Questa sezione raccoglie diversi casi studio utili a comprendere meglio la varietà del panorama dell’abitare condiviso. Ogni progetto è classificato secondo i criteri di livello di condivisione, promotore, temporaneità e tipo di utenza, riconosciuti come i cardini di qualsiasi esperienza di cohousing. Lo stesso caso studio apparirà dunque in ogni categoria, a seconda del gradiente a cui in essa corrisponde.


La condivisione, spaziale e/o relazionale, rappresenta il grado zero di ogni progetto di cohousing. Nella ricerca sono stati individuati diversi livelli di condivisione, che variano a seconda della complementarità o supplementarità dello spazio condiviso rispetto alle possibilità offerte dall’abitazione privata.

La categoria individua i diversi tipi di promotore/finanziatore (privato, pubblico o pubblico-privato) relativi ai casi studio proposti.

L’abitare condiviso può essere un’esperienza permanente nel tempo, limitata ad un ciclo oppure relativa a situazioni di emergenza o straordinarietà. La categoria scorpora quindi i casi studio in permanenti, ciclici o precari.

La tipologia di utenza dei progetti di abitare condiviso è spesso connessa al tipo di promotore. Quando questi è privato l’utenza è spesso generica; un promotore pubblico comporta invece più frequentemente una selezione delle categorie sociali a cui è destinato il progetto. All’interno della categoria si sono suddivisi quindi i casi studio con utenza generica e quelli con utenza selezionata.